Divisione Ecologia

Trasporto acque reflue

Raccolta e Trasporto di rifiuti speciali non pericolosi prodotti da terzi.
Trasporto con cisterne autorizzate per reflui.
Autorizzazione al trasport n° FI000314 del 29/06/2007 e prot. 2277/2010 del 25/02/2010

I nostri servizi

- Trasporto reflui presso impianto smaltimento Gruppo Felice Brandani.
- Trasporto reflui presso impianti terzi.

Il nostro impianto

La destinazione d'uso prevalente del depuratore è il trattamento delle acqua provenienti dall'attività di lavaggio del vano interno,
ed eventualmente della carrozzeria di autocisterne o container sporchi di sostanze organiche alimentari allo stato liquido, attraverso
detergenti di uso industriale specifici per ciascun tipo di superficie e sostanza da eliminare.
Le materie prime che si ritrovano nelle acque di lavaggio sono: vino, olio, latte, cioccolato, glucosio, succhi di frutta, chiare d'uovo, birra
e liquidi destinati a preparazioni alimentari.

Caratteristiche dei reflui trattari
Le tipologie di refluo attualmente trattate nell'impianto sono le seguenti:
- acque da lavaggio autocisterne e automezzi pesanti
- acque da operazioni di lavaggio, pulizia e macinazione attività di vinificazione
- acque metereologiche e acque da operazioni di lavaggio di piazzali esterni provenienti da impianto di raccolta e selezione rifiuti urbani
- acque derivanti da condensa dei sifoni del gas

Le summenzionate tipologie di refluo, caratterizzate da un alto contenuto di sostanze organiche biodegradabili e quindi da una forte domanda
di ossigeno sono particolarmente adatte per essere trattate da un ciclo depurativo biologico di tipo anaerobico.
Inoltre i reflui trattati non presentano particolari problematiche legate alla presenza di sostanze indesiderate (solventi, metalli pesanti)

I nostri principali clienti

Smaltimento acque reflue non pericolose

Impianto autorizzato
Iscrizione n° 555 del 23/02/2010

Il nostro impianto
La destinazione d'uso prevalente del depuratore è il trattamento delle acque provenienti dall'attività di lavaggio del vano interno o container
sporchi di sostanze organiche alimentari allo stato liquido, attraverso detergenti di uso industriale specifici per ciascun tipo di superficie
e sostanze da eliminare.
La Ditta effettua anche attività di lavaggio del vano interno di automezzi pesanti per conto terzi, limitatamente a container sporchi di materiale
organico biodegradabile.

Caratteristiche dei reflui trattati

Le tipologie di refluo attualmente trattate nell'impianto sono:
- acque da lavaggio autocisterne e automezzi pesanti
- acque da operazioni di lavaggio, pulizia e macinazione attività di vinificazione
- acque meteoriche e acque da operazioni di lavaggio di piazzali esterni provenienti da impianto di raccolta e selezione rifiuti urbani
- acque derivanti da condensa dei sifoni del gas

Queste tipologie di refluo, caratterizzate da un alto contenuto di sostanze organiche biodegradabili e quindi da una forte domanda
di ossigeno sono particolarmente adatte per essere trattate da un ciclo depurativo biologico di tipo anaerobico.
Inoltre i reflui trattati non presentano particolari problematiche legate alla presenza di sostanze indesiderate (solventi, metalli pesanti)